Riccardo

Anima progressive e non-sense dei Paul Live, commercialista, nasce nel ’63 in un momento in cui la madre era peraltro uscita per le spese. Per niente disposto a perdersi d’animo, si rimbocca da subito le maniche, nonostante non fosse ancora vestito, e questo ne dimostra sia la tenacia e pure la demenza già precoce e che non lo abbandonerà più.
Sin dalla tenera età è irrimediabilmente attratto dalla musica, anche grazie al fratello maggiore ottimo chitarrista e con Jacopo e un altro amico, Davide, dà vita ai Fairyland, gruppo ispirato al prog inglese e al rock anni ’70, suonando chitarra e tastiere.

Passato alla batteria come autodidatta e semplice appassionato, incide nel 2001 con i Fairyland un lavoro che contiene cover e pezzi originali.
Famoso per il detto “sotto i 7 minuti non è nemmeno musica”, negli ultimi anni, attrezzato alla buona un ormai mitico ex-pollaio nella isolata casa di campagna nella quale nel frattempo si è trasferito per sfuggire ai creditori, sviluppa una parte più sperimentale e strumentale con i Fairyland Project, nei quali collaborano vari amici.

Infine, grazie a Jacopo, entra a far parte dei Paul Live e conosce così i nuovi compagni di avventura, con i quali subito nasce un’ottima intesa anche personale. Le prove del gruppo nell’ex-pollaio suggeriscono il nome…ed eccoci qui!

Artisti preferiti: Santana, Beatles, Pink Floyd, Frank Zappa, ma soprattutto Genesis, Yes, Camel e King Crimson oltre a cantautrici come Kate Bush e Tori Amos.